Discriminazione ai danni degli abilitati del TFA ordinario per la classe di concorso A077

Al Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Prof.ssa Stefania Giannini

e p. c.

Al Sottosegretario del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca On. Davide Faraone

Al Capo Dipartimento Dott. Marco Mancini

Al Direttore Generale Dott.ssa Maria Maddalena Novelli

Al Presidente della Conferenza Nazionale Direttori dei Conservatori M.o Paolo Troncon

Oggetto: Discriminazione ai danni degli abilitati del TFA ordinario per la classe di concorso A077.

Gentile On. Prof.ssa Stefania Giannini,

intendiamo portare alla Sua cortese attenzione una grave discriminazione operata dal Decreto Direttoriale 680 del 6 luglio 2015 applicativo del Suo Decreto Ministeriale n. 326 del 3 giugno 2015, quando all’Art. 2 comma 3 il suddetto Decreto Direttoriale inserisce un comma che impedisce agli abilitati di classe A077, Strumento musicale nella Scuola secondaria di I grado, di essere graduati negli elenchi aggiuntivi delle graduatorie di Istituto di II fascia secondo la Tabella del DM 308/2015, come previsto dalla normativa vigente (DM 249/2010 e DM 326/2015).

Disattendendo l’Art. 1 comma 3 del Suo Decreto Ministeriale 326/2015, il suddetto Decreto Direttoriale discrimina, senza ragione, gli abilitati in A077, arrecando danno ad aspiranti docenti che hanno seguito un percorso formativo triennale selettivo e impegnativo (unico percorso ordinario attivato ai sensi del DM249/10, costituito da un biennio a indirizzo didattico e un anno di TFA) e che non vedono riconosciuto il loro diritto a un giusto punteggio ai sensi della normativa vigente.

Se si desidera premiare il merito e valorizzare i percorsi formativi, come Lei ha chiaramente indicato nel Suo Decreto Ministeriale 308/2015, è necessario rettificare il DD 680/2015.

La preghiamo di interessarsi personalmente di questo grave problema sorto all’interno del suo Ministero, per ragioni di corretta applicazione della legge per tutti i cittadini e, non ultimo, per dare un segnale chiaro che si intende veramente valorizzare il merito nella scuola italiana.

Confidando in positivo riscontro della nostra istanza e ringraziandoLa per la sua cortese attenzione, Le porgiamo distinti saluti

La segreteria del DDM-GO

Anna Maria Freschi, Stefano Lorenzetti, Roberto Neulichedl, Francesco Mario Possenti