Documento degli iscritti al TFA A077

AL MINISTERO DELL’ISTRUZIONE, DELL’UNIVERSITA’ E DELLA RICERCA

ISTANZA PER LA MODIFICA DEI PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI IN PREVISIONE DEL CONCORSO DA INDIRE AI SENSI DELL’ART. 1 comma 114 della L. 13 luglio 2015, n. 107 – CLASSE DI CONCORSO IN STRUMENTO A/77

Noi sottoscritti come identificati in calce al presente documento, in qualità di ammessi alla frequenza del Tirocinio Formativo Attivo in oggetto, esponiamo quanto segue, con riserva di intraprendere le eventuali azioni legali nelle sedi competenti;
premesso che:
– abbiamo frequentato il biennio di formazione per docenti della classe a/77;
– solamente presso i conservatori per l’attuale classe di concorso in strumento a/77 (come
attualmente definita o come successivamente sarà codificata) sono stati svolti regolarmente i percorsi di studio previsti dalla normativa vigente (DM 249/2010) che prevedono un biennio di didattica per la formazione dei docenti oltre ad un anno di Tirocinio,
– per tutte le altre discipline non sono stati attivati i bienni ma solo i TFA straordinari previsti dall’art. 15 del Decreto Ministero Istruzione Università e Ricerca del 10 settembre 2010, n. 249, in G.U. Supplemento Ordinario n. 23/L del 31 gennaio 2011;
– in base a tale disparità di trattamento, ci troviamo ad aver svolto il biennio e ad essere al momento iscritti e frequentanti l’anno di tirocinio, mentre in tutte le altre discipline i nostri colleghi hanno già acquisito i requisiti richiesti e hanno completato la formazione dei docenti;
– in base all’art. 1 comma 114 della L. 13 luglio 2015, n. 107 deve essere bandito entro il 1° dicembre p.v. un concorso per titoli ed esami per l’assunzione a tempo indeterminato di personale docente per le istituzioni scolastiche ed educative statali, al fine della copertura, nei limiti delle risorse finanziarie disponibili, di tutti i posti vacanti e disponibili nell’organico dell’autonomia, nonche’ per i posti che si rendano tali nel triennio;
– a tale concorso possono accedere esclusivamente i candidati in possesso del relativo titolo di abilitazione all’insegnamento,
– i sottoscritti, non essendo chiara la sorte dei tirocinanti che potranno conseguire l’abilitazione solo al termine di questo anno accademico (presumibilmente nella sessione estiva – giugno/luglio 2016), rischiano di non poter conseguire tempestivamente i requisiti di partecipazione, a causa di una mera disparità di trattamento, non supportata da alcun criterio di ragionevolezza;
– considerato che potrebbe essere una soluzione equitativa e di buon senso, in attesa di chiarimenti normativi, ammettere con riserva i sottoscritti a presentare domanda al concorso previsto dall’art.1 comma 114 della L107,
– tale ammissione potrebbe consentire, agli attuali studenti tirocinanti per l’attuale classe a/77 già in possesso di biennio specialistico in didattica dello strumento (come si ricorda nuovamente), di poter accedere alle prove previste;
– la verifica dei requisiti richiesti per poter accedere alle graduatorie definitive potrebbe essere effettuata quando il quadro normativo e regolamentare fosse più chiaro ed equo;
– i sottoscritti potrebbero in ogni caso partecipare al concorso, anche considerando che in fattispecie analoghe, come ad esempio per l’accesso ai trienni di conservatorio, si viene ammessi all’esame di diploma e si può conseguire il titolo prima di dare l’esame di diploma di primo livello, quindi anche un mese prima di conseguire il titolo in conservatorio, con una medesima “ratio” normativa, volta a non penalizzare il candidato a causa dei tempi tecnici necessari allo svolgimento dei corsi;
– la medesima L.107 prevede un nuovo percorso per la formazione e il reclutamento degli insegnanti nella scuola pubblica e non è chiara la sorte e le prospettive future dei tirocinanti che potranno conseguire l’abilitazione solo al termine di questo a.a. (presumibilmente nella sessione estiva – giugno/luglio – 2016);

tutto ciò premesso, da considerare parte integrante e sostanziale della presente istanza, i sottoscritti qui in calce indicati, con la firma della presente, da valere quale attivazione delle istanze che possono essere prodotte alla P.A. quale categoria omogenea di interessi (c.d. “class action”) e da valere anche quale diffida ad adempiere all’ente interessato entro il termine di 90 giorni, trascorso il quale senza che si sia ancora provveduto o lo sia fatto in modo parziale, si può proporre ricorso all’autorità giurisdizionale (Decreto Legislativo 20 dicembre 2009, n. 198 pubblicato in Gazzetta Ufficiale 31 dicembre 2009, n. 303 che da attuazione alla Legge 4 marzo 2009, n. 15, in materia di efficienza della pubblica amministrazione, in quanto applicabile al caso di specie),

CHIEDONO E FANNO VOTI AFFINCHE’
– codesto Ministero voglia emettere disposizioni regolamentari e normative di propria competenza in modo da consentire ai sottoscritti – evidentemente pregiudicati dalle norme citate in premessa e violati nei propri diritti costituzionali di uguaglianza e parità di diritti con le altre categorie – la partecipazione, anche con riserva, al concorso previsto dall’art. 1 comma 114 della L. 107,
– tale allargamento dei partecipanti sia consentito agli attuali studenti tirocinanti per l’attuale classe a/77, che siano già in possesso di biennio specialistico in didattica dello strumento;
– la riserva sia sciolta, analogamente ad altri casi ricorrenti nel settore di competenza di codesto Ministero, al momento dell’acquisizione del titolo di abilitazione, consentendo l’assunzione solo a chi l’ha conseguita in modo definitivo;
– codesto Ministero autorizzi comunque, qualora le prove di concorso inizino prima della fine dell’a.a. tuttora in corso, i sottoscritti a prendervi parte alle condizioni di cui sopra.

I Docenti del TFA A077 del Conservatorio “Agostino Steffani” di Castelfranco Veneto (TV):
Andrea Andrian, Tommaso Antonucci, Anna Durante, Edvige Forlanelli, Giulia Lozza, Monika Minar, Giulia Rettore, Denis Toppan, Caterina Villari, Anna Zanella.
Per ogni comunicazione, si prega inviare una mail a: [email protected] ovvero
una comunicazione cartacea al cartacea al seguente indirizzo: Caterina Villari, Via San Giacomo 2, 31033 Castelfranco Veneto (TV).