Formazione iniziale dei docenti: quale ruolo per l’AFAM?

In merito allo «Decreto legislativo recante riordino, adeguamento e semplificazione del sistema di formazione iniziale e di accesso nei ruoli di docente nella scuola secondaria, a norma dell’articolo 1, commi 180 e 181, lettera b) della Legge n. 107/2015», il DDM-GO (Docenti di Didattica della musica – Gruppo Operativo) sta seguendo con attenzione lo svolgersi degli eventi, con particolare riferimento sia al problema del conseguimento dei 24 crediti relativi negli ambiti della Pedagogia, pedagogia speciale e didattica dell’inclusione, della Psicologia, dell’Antropologia e delle Metodologie e tecnologie didattiche, sia per quanto riguarda il cosidetto percorso FIT (corso di specializzazione e biennio di tirocinio).

In particolare desta preoccupazione la bozza di parere del CUN sul decreto in oggetto, in quanto sembrerebbe lasciar intravvedere una visione ancillare da parte dell’AFAM rispetto al settore della musicologia del sistema universitario.

A tal proposito il DDM-GO ha inviato, in data 19 giugno 2017, al Presidente della conferenza dei Direttori il seguente documento:

Al Presidente della Conferenza dei Direttori dei Conservatori di musica e degli IMP

Oggetto: richiesta su 24 CFA e percorso FIT

Con il DLvo 59/2017 ha preso il via l’attuazione del riordino del sistema di formazione iniziale, tirocinio e inserimento professionale dei futuri docenti di scuola secondaria, all’interno di un percorso unitario verticale (definito FIT) che prevede:

  1. l’acquisizione per l’accesso ai nuovi concorsi di alcune conoscenze/competenze di base certificate mediante la maturazione di 24 CF negli ambiti della Pedagogia, pedagogia speciale e didattica dell’inclusione, della Psicologia, dell’Antropologia e delle Metodologie e tecnologie didattiche
  2. un anno di specializzazione (60 CF di cui 16 destinati alle attività di tirocinio diretto e indiretto)
  3. due anni di tirocinio affiancati da attività di sostegno alla formazione continua e alla ricerca/azione (computate in 30 CF).

In questo quadro articolato si deve dunque collocare una proposta di erogazione dei suddetti crediti (o parte di essi) all’interno delle Istituzioni dell’AFAM, in primis nei Conservatori e negli IMP dove sia attivo un Dipartimento di Didattica della Musica e dello strumento con gli annessi percorsi di I e II livello già sedi di TFA.

Si richiama dunque l’attenzione della Conferenza dei Direttori di Conservatori e IMP circa la necessità di trasmettere con urgenza al Ministro competente una propria proposta autonoma atta a preservare le prerogative formative delle Istituzioni dell’AFAM nel campo della professione docente, per le quali da decenni sono state istituite le Scuole di Didattica della musica.

Ciò anche alla luce del parere del CUN del 7 giugno 2017 il quale, con riferimento alle classi di concorso A29/A30, Musica nella scuola secondaria (pp. 43 e 105[1] dell’allegato) e a quelle relative a tre discipline caratterizzanti dei Licei Musicali, A53 – Storia della musica, A63 – Tecnologie musicali e A64 – Teoria, analisi e composizione (ivi, pp. 66 e 132[2]), fornisce indicazioni relativamente al sistema universitario, ma non relativamente al settore AFAM:

Tali indicazioni, in alcuni passaggi (vedi note), lasciano tuttavia intravvedere una visione ancillare da parte dell’AFAM rispetto al settore della musicologia del sistema universitario.

Risulta quindi urgente che il sistema dell’AFAM elabori proprie proposte onde salvaguardare le specifiche prerogative formative nel campo delle discipline artistico-musicali sia per quanto riguarda i 24 CF, sia per l’intero percorso FIT.

Al fine di quanto sopra si chiede dunque la costituzione di un’apposita commissione che elabori in tempi celeri una specifica proposta. Dichiariamo la nostra disponibilità a far parte di detta commissione e a fornire alcune indicazioni di merito che stiamo elaborando anche attraverso una consultazione allargata dei Dipartimenti di Didattica della musica.

La segreteria operativa del DDM-GO [[email protected]]

19 giugno 2017

[1] Dall’allegato del CUN, p. 105: “Gli argomenti esposti sono pensati per fino a 18 CFU di didattica della musica per l’intero percorso FIT. Il percorso per queste classi di concorso dev’essere organizzato in collaborazione con istituzioni AFAM, che offriranno insegnamenti per coprire una quantità analoga di crediti di didattica delle discipline di loro competenza”.

[2] Ivi, p. 132 “Gli argomenti esposti sono pensati per descrivere fino a 30 CFU di didattica della musica per l’intero percorso FIT. Il percorso per questa classe di concorso può essere organizzato in collaborazione con istituzioni AFAM, che offriranno insegnamenti per coprire crediti di didattica delle discipline di loro competenza.”