Didattica della musica: insieme verso il futuro

Negli anni ’60 sono stati attivati nei Conservatori di musica i primi corsi straordinari di Didattica della musica. Negli anni ’90 i Corsi straordinari sono stati trasformati in Scuole di Didattica della musica. Negli anni 2000 i corsi delle Scuole di didattica sono diventati abilitanti per l’insegnamento nelle scuole secondarie. Attualmente la normativa (decreto 249 del 10 settembre 2010) prevede l’attivazione di corsi biennali di II livello che danno accesso al TFA (Tirocinio Formativo Attivo), anche se le norme sembrano in continua evoluzione (cfr. in particolare quanto previsto dalla legge 107 del 13 luglio 2015).

Le Scuole di Didattica della musica dovrebbero comunque essere il motore trainante dei Dipartimenti di Didattica della musica, a cui afferiscono docenti e insegnamenti finalizzati alla specifica formazione dei futuri insegnanti nei vari gradi e ordini di scuola e nelle altre strutture formative (scuole di musica, cori, ecc.), e che hanno il compito di progettare e attivare corsi di I e di II livello, corsi di perfezionamento (o master) di I e di II livello, progetti di ricerca, corsi di specializzazione, attività di formazione permanente.
In questa fase di profondi cambiamenti e di contemporanee situazioni d’incertezza, è essenziale che tutte le persone che hanno a cuore sia la formazione musicale delle nuove generazioni sia lo sviluppo della cultura musicale come bene comune per una cittadinanza attiva, uniscano le energie, i pensieri, le azioni per migliorare il sistema formativo in primo luogo dei Conservatori di musica.
Questo blog, sollecitato anche dall’azione del DDM-GO (Docenti di Didattica della Musica – Gruppo Operativo), è stato attivato nel settembre 2012.
Tutti possono partecipare (docenti dei conservatori, educatori musicali, pedagogisti, persone interessate alla didattica e alla psicopedagogia della formazione musicale, …) avendo cura di far emergere quanto di positivo c’è o ci potrebbe essere in ciascuna Istituzione.